I presidenti Macron e Ouattara salutano il Franco CFA

di Valentina Milani
franco-cfa
Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Il presidente francese Emmanuel Macron e l’omologo ivoriano Alassane Ouattara hanno annunciato ieri, venerdì 21 dicembre, l’abolizione del franco CFA, in vigore dal 1945. Tale moneta sarà sostituita da una nuova valuta che prenderà il nome di ECO.

L’annuncio è giunto nel corso di una conferenza stampa congiunta fra i due Capi di Stato al termine del loro incontro avvenuto ieri ad Abidjan (capitale economica della Costa d’Avorio), dove Macron si trova in visita ufficiale.

I due leader non hanno specificato i tempi e i modi della misura che tuttavia, stando a quanto riferisce il quotidiano “Le Monde”, dovrebbe riguardare soltanto gli otto paesi dell’Uemoa (Benin, Burkina Faso, Costa d’Avorio, Guinea-Bissau, Mali, Niger, Senegal e Togo), escludendo per il momento i paesi della Comunità economica e monetaria dell’Africa centrale (Cemac), ovvero Camerun, Ciad, Gabon, Guinea Equatoriale, Repubblica Centrafricana e Repubblica del Congo.

“D’accordo con gli altri capi di Stato dell’Uemoa (Unione economica e monetaria ovest-africana), abbiamo deciso di avviare una riforma del franco Cfa”, ha detto Ouattara, sottolineando che “questa è una decisione presa in piena sovranità”. “È stato ascoltando i vostri giovani che ho voluto avviare questa riforma. Il Franco CFA catalizza molte critiche alla Francia. I vostri giovani ci rimproverano per una relazione che giudicano post-coloniale. Quindi rompiamo gli ormeggi”, ha detto Macron, come riporta Agenzia Nova.

Secondo quanto riferito da “Le Monde”, l’annuncio sarà accompagnato da due importanti riforme tecniche: l’estinzione del conto operativo depositato presso la Banca di Francia e il ritiro dei rappresentanti francesi presenti negli organi della Banca centrale degli Stati dell’Africa occidentale (Bceao).

In base agli accordi monetari in vigore finora, i paesi Uemoa sono obbligati a depositare almeno il 50 per cento delle loro riserve in valuta estera presso la Banca di Francia in cambio di una garanzia di convertibilità con l’euro. Nonostante l’annuncio dell’abolizione del franco Cfa, la nuova valuta che ne prenderà il posto dovrebbe tuttavia mantenere una parità fissa con l’euro e la sua garanzia di convertibilità sarà ancora fornita dalla Banca di Francia. (Fonte Agenzia Nova)

Condividi

Altre letture correlate:

X