Gibuti – Annunciata la nazionalizzazione del porto container di Doraleh

di Redazione InfoAfrica

Continua ad evolversi la vicenda relativa alla gestione del terminal container del porto di Doraleh, a Gibuti: l’ultimo capitolo è l’annuncio, da parte del governo, della nazionalizzazione delle quote che possedeva la società Porto di Gibuti SA (Pdsa) nell’azienda Doraleh Container Terminal (Dct) inizialmente costituita con la DP World.

La Dct aveva ottenuto la gestione del terminal container nel 2006 ma lo scorso febbraio, Gibuti aveva annullato il contratto con il colosso della logistica con sede a Dubai, aprendo la via ad una causa legale. La DP World ha ottenuto, lo scorso 5 settembre, una sentenza a suo favore da parte del tribunale arbitrale internazionale di Londra. Gibiti ha respinto questo verdetto, definendolo “illegale” in quanto viola la legge di uno Stato sovrano.

L’ordinanza di nazionalizzazione del 66% di quote della Pdsa è stata firmata il 9 settembre dalla Presidenza della Repubblica e ha effetto immediato. “L’unico interlocutore di DP World d’ora in poi è lo Stato gibutino” si legge nel comunicato ufficiale che annuncia la nazionalizzazione.

Il porto di Doraleh si trova a soli 5 km dal porto di Gibuti e gestisce circa un milione di container all’anno.

[Redazione InfoAfrica]

Altre letture correlate:

X