Etiopia-Eritrea – È scoppiata la pace

di Enrico Casale
Abiy e Isayas
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

I leader di Etiopia ed Eritrea, Abiy Ahmed e Isaias Afwerki, hanno firmato una dichiarazione che pone fine allo «stato di guerra» tra i due Paesi. Lo «stato di guerra esistito tra i due Paesi è giunto al termine», recita il documento, ha reso noto il ministro dell’Informazione eritreo in un tweet.  I due capi di Stato hanno anche concordato di ristabilire i legami commerciali e diplomatici.

L’accordo pone definitivamente fine alla guerra che si è combattuta tra i due Paese tra il 1998 e il 1999 e che ha fatto più di 70.000 vittime. Un’intesa era già stata firmata ad Algeri nel dicembre 2000, tuttavia, l’Etiopia ha sempre rifiutato di accettare la sentenza definitiva di una commissione che definiva le frontiere tra le due nazioni. Così il conflitto non si è mai risolto e si è aperta una lunghissima stagione di pace armata.

Questa iniziativa diplomatica è l’ultima di una serie di aperture introdotte dal primo ministro etiope da quando è entrato in carica in aprile. Tra le altre, la fine dello stato di emergenza e l’avvio di colloqui con i responsabili delle formazioni di opposizione (soprattutto quelle di etnia oromo).

Condividi

Altre letture correlate:

Lascia un commento

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X