Clima, al via l’Africa Adaptation Acceleration Program

di Valentina Milani
Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Al via l’Africa Adaptation Acceleration Program (Aaap), il programma volto a mobilitare 25 miliardi di dollari per aumentare e accelerare le azioni di adattamento al cambiamento climatico in tutta l’Africa. L’annuncio del lancio, dato dal presidente della Banca africana per lo sviluppo (Afdb), Akinwumi A. Adesina, è arrivato durante il Climate Adaptation Summit (Cas) 2021, ospitato dal governo dei Paesi Bassi e dal Global Center on Adaptation. Lo si apprende da un comunicato ufficiale.

L’Aaap, un’iniziativa congiunta tra la Banca Africana per lo Sviluppo e il Global Center on Adaptation, mira ad aumentare le azioni innovative e trasformative sull’adattamento al clima in tutta l’Africa, ha detto Adesina. “La nostra ambizione è audace: galvanizzare le azioni di resilienza climatica; sostenere i Paesi per accelerare l’adattamento climatico e la resilienza; e mobilitare finanziamenti su scala per l’adattamento climatico in Africa”, ha detto il capo della Banca.

Adesina è stato raggiunto dal primo ministro olandese Mark Rutte, dall’ottavo segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki Moon, dall’attuale segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres, dal primo ministro britannico Boris Johnson, dal cancelliere tedesco Angela Merkel, dal primo ministro canadese Justin Trudeau e dal primo ministro indiano Narendra Modi. Hanno parlato anche il presidente della Banca Mondiale David Malpass e la direttrice generale del Fondo monetario internazionale (Fmi), Kristalina Georgieva.

Riconoscendo le “enormi lacune” che rimangono nei finanziamenti per l’adattamento climatico nei Paesi in via di sviluppo, il segretario generale delle Nazioni Unite, Guterres, ha chiesto che il 50% di tutti i finanziamenti per il clima forniti dai Paesi sviluppati e dalle banche multilaterali di sviluppo siano destinati all’adattamento e alla resilienza nei Paesi in via di sviluppo.

Diversi oratori hanno inoltre sottolineato la vulnerabilità dell’Africa al cambiamento climatico, così come le risposte innovative degli africani alle sfide. Il presidente ghanese Nana Addo Dankwa Akufo-Addo ha detto che il Paese stava lavorando con il settore privato con l’assistenza del Green Climate Fund, “per stabilire un fondo verde multimilionario per sostenere i nostri interventi di adattamento al clima e i nostri sforzi per passare alle energie rinnovabili”.

Il Climate Adaptation Summit riporta l’attenzione sulla necessità di rendere il pianeta più resiliente dinanzi agli effetti dei cambiamenti climatici. Intende inoltre garantire nuovi investimenti affinché “milioni di piccoli agricoltori possano adattarsi agli stress climatici sulla produzione alimentare. Gli organizzatori del vertice hanno chiesto nuovi importanti finanziamenti per la ricerca agricola, un maggiore accesso ai servizi di consulenza degli agricoltori, nonché un maggiore accesso alla gestione del rischio e ai servizi finanziari”, si legge in una nota di presentazione ufficiale dell’evento, che è promosso dall’Onu.

Condividi

Altre letture correlate: