Cina, mano tesa ai Paesi africani indebitati

di Diego Fiore
Xi Jinping
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

La Cina esonererà i Paesi africani dal rimborso dei prestiti a tasso zero dovuto entro la fine del 2020. Lo ha annunciato il presidente Xi Jinping durante un vertice Cina-Africa per lo sviluppo di strategie comuni nella lotta contro la pandemia di coronavirus. Una decisione che arriva in un momento strategico per le nazioni africane più colpite dal Covid-19, che beneficeranno di un’estensione del periodo di sospensione del debito.

Il leader cinese ha inoltre esortato le istituzioni finanziarie cinesi a tenere «consultazioni amichevoli con le nazioni africane per elaborare accordi per prestiti commerciali con garanzie sovrane. La Cina lavorerà con le Nazioni Unite, l’OMS e altri partner», ha proseguito, «per aiutare il continente a fronteggiare la pandemia, e lo farà in modo da rispettare la volontà dell’Africa».

Xi Jinping, inoltre, ha annunciato che i Paesi africani saranno tra i primi a beneficiare di un vaccino prodotto in Cina. Pechino continuerà anche a costruire ospedali in tutta l’Africa e realizzerà, inoltre, il quartier generale dell’Africa Center for Disease Control nella capitale dell’Etiopia Addis Abeba.

Condividi

Altre letture correlate:

X