Camerun – Gli anglofoni attaccano un carcere

di Enrico Casale
soldato camerun

Il 25 settembre, nella città di Wum, una cittadina anglofona nordoccidentale del Camerun, un commando ha attaccato la prigione della città e ha liberato 117 detenuti. Molti di loro sono ancora in fuga. Il commando ha fatto irruzione intorno alle 7 di martedì 25 settembre. Secondo fonti di sicurezza, ha usato una scala per accedere all’interno del penitenziario, attraverso la parete di fondo di fronte alla torre di avvistamento.

Sorprese dalla violenza dell’attacco, le guardie, in piccolo numero, non opposto resistenza. Una volta all’interno del penitenziario, gli assalitori hanno sparato colpi di avvertimento e hanno abbattuto le porte delle celle. Un totale di 117 detenuti sono stati rilasciati e si sono immediatamente dati alla fuga. Gli aggressori hanno anche portato via armi e munizioni.

Mercoledì mattina una trentina di prigionieri si sono arresi alle autorità. Alla fine della giornata, oltre 70 di loro erano ancora ricercati da polizia e forze di sicurezza.

È stata lanciata una caccia all’uomo. Le forze di sicurezza hanno esteso le ricerche a oltre 100 km in tutti i villaggi circostanti.

Altre letture correlate:

X