Burkina Faso: architettura senza frontiere

di Matteo Merletto

«Ho due case, due Paesi e un sogno: costruire un ponte tra Torino e Bobo-Dioulasso»: si presenta così Chiara Rigotti, architetto in Burkina Faso dal 2002. «La mia carriera si sviluppa intorno alla sperimentazione di un’architettura “sana”, attenta all’impatto umano, ambientale e culturale, realizzata con risorse limitate in Africa come in Europa». Con Arquitectura sin Fronteras, associazione spagnola che promuove la costruzione di ambienti e infrastrutture appropriate, Chiara trascorre sei anni sviluppando numerosi cantieri. Presta particolare attenzione alla formazione dei giovani e all’ascolto degli anziani, depositari delle tecniche di costruzione tradizionale, maturando un’esperienza distintiva nell’architettura in terra saheliana.

Dopo alcuni anni di distanza dal Burkina, in cui segue cantieri in altri Paesi come il Gabon (5000 alloggi eco-efficienti) e il Marocco (progettazione di un ospedale interamente autosufficiente dal punto di vista energetico), Chiara ritorna a Bobo-Dioulasso nel 2013 per aprire il proprio studio. L’obiettivo è quello di contribuire alla «costruzione di un habitat bioclimatico, senza sprechi di energia, che dialoghi con il nuovo dinamismo culturale africano». In parallelo inizia a insegnare nelle facoltà di Ingegneria e Architettura di due università locali.

«Mi piace il fatto che qui c’è un terreno fertile per far germogliare nuove idee. Ma se le soluzioni non rispondono davvero alle esigenze e al gusto della popolazione, nel tempo vengono dimenticate e si guastano. Credo che dovremmo ascoltare di più. Metterci allo stesso tavolo con meno pregiudizi», sottolinea Chiara. Negli anni ha riscontrato una certa resistenza dei giovani architetti italiani a «venire qui per imparare». Il motivo è forse legato all’ignoranza, che porta a sottovalutare la ricchezza di confrontarsi con un ambito culturale diverso in piena espansione come quello africano. Per chi avesse voglia di mettersi in gioco, lo studio di Chiara è sempre aperto.

Sito web: bioarchirigotti.wordpress.com

(Martino Ghielmi – vadoinafrica.com)

Altre letture correlate:

X