Algeria, un milione in piazza

di Enrico Casale
manifestazioni in algeria

Centinaia di migliaia di persone sono scese in strada in Algeria per chiedere nuovamente le dimissioni del presidente Abdelaziz Bouteflika. Le stime parlano di un milione di manifestanti. È il sesto venerdì successivo che la gente scende in strada per contestare le autorità governative. Per la prima volta, però, i quattro canali televisivi pubblici hanno mandato in onda le immagini dei cortei. Sarà forse il primo effetto delle dichiarazioni di Ahmed Gaed Salah, capo di stato maggiore della difesa e ministro della Difesa, che ha chiesto che il presidente sia dichiarato inabile e la sua carica dichiarata vacante.

Le dimostrazioni contro Bouteflika sono iniziate il mese scorso dopo che il presidente, che da anni non appare più in pubblico a causa delle conseguenze di un ictus che lo ha colpito nel 2013, ha annunciato che si sarebbe ricandidato. Dopo le prime manifestazioni, il capo dello Stato ha accettato di non ricandidarsi per un quinto mandato, ma ha sospeso il processo elettorale e ha dichiarato che sarebbe rimasto al potere.

Mossa che non è piaciuta ai manifestanti, che hanno continuato a scendere in strada chiedendo le sue dimissioni e quelle di tutti gli attuali leader politici algerini. E lo hanno gridato forte e in modo pacifico, nonostante la polizia abbia sparato con i cannoni ad acqua per disperdere le manifestazioni.

Altre letture correlate:

X