07/02/2014 – Marocco – Dal Marocco a Ceuta a nuoto, muoiono sette migranti

di AFRICA

 

Sette migranti subsahariani sono morti annegati ieri mentre cercavano di raggiungere a nuoto la costa di Ceuta. Si sarebbe trattato di un tentativo di “entrata di massa” in Spagna dal Marocco.

Ieri, secondo la delegazione del governo spagnolo a Ceuta, circa 400 migranti (200 secondo le autorità marocchine) hanno cercato di accedere alla città autonoma attraverso una zona in prossimità della frontiera del Tarajal, l’unico passaggio ufficiale tra il Marocco e Ceuta.

“Le autorità locali delle città di M’diq e Fnideq hanno riferito che circa 200 migranti  hanno tentato di attraversare a nuoto il tratto di mare che divide il Marocco e Ceuta (…) Sette corpi, tra cui quello di una donna, sono stati recuperati”, recita un comunicato del ministero dell’Interno marocchino.

Il ministero ha aggiunto che 150 migranti sono stati recuperati in acqua e subito dopo arrestati. La procura del paese nordafricano ha già avviato un’inchiesta.

La Spagna sostiene che nella prima metà del 2013 ha accolto circa 3 mila immigrati clandestini, il doppio rispetto al primo semestre del 2012. La maggior parte di essi arriva in Spagna da Ceuta e Melilla.

Il governo spagnolo ha risposto al fenomeno con l’installazione, lungo la frontiera di Melilla, di una recinzione di 12 chilometri di filo spinato, una misura fortemente criticata dalle organizzazioni per i diritti umani e dall’Onu.* Luca Pistone – Atlasweb

 

Altre letture correlate:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X