Zanotelli: «Dobbiamo imparare a disobbedire»

di Diego Fiore
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Nella terza parte dell’intervista, padre Alex Zanotelli si sofferma sull’importanza della disobbedienza quando la legge diventa espressione di un potere cinico e disumano: «Trasgrediva Martin Luther King negli anni della segregazione, lo stesso ha fatto Carola Rackete, a cui sono molto grato. L’alternativa è il totalitarismo». Quale dunque il grande sogno del sacerdote comboniano? «Ho lo stesso auspicio di papa Francesco. Dobbiamo congiungere le forze e formare un grande movimento popolare: solo questo sarà capace di forzare i governi, oggi prigionieri delle banche».

Altre letture correlate:

X