Sfoglia la rivista online
Menu

Pubblicato il 22 Set 2017 in Viaggi

Zambia: un safari tra i pipistrelli

Zambia: un safari tra i pipistrelli

È la più grande migrazione di mammiferi al mondo: 10 milioni di pipistrelli lasciano le foreste del Congo, dell’Uganda e del Sud Sudan, e volano verso sud per oltre duemila chilometri fino a raggiungere le praterie paludose del Kasanka National Park, nello Zambia settentrionale. Qui i chirotteri si riposano, si rifocillano, si riproducono. E danno vita a uno dei più maestosi spettacoli della natura.

L’esodo avviene ogni anno all’inizio della stagione delle piogge e raggiunge il suo culmine tra novembre e dicembre, quando i cieli sopra Kasanka si riempiono di miriadi di pipistrelli della specie Eidolon helvum (animali innocui che possono raggiungere un metro di apertura alare). All’alba e al tramonto, enormi stormi si innalzano nell’aria e formano nubi scure che fluttuano sui 400 chilometri quadrati del parco in cerca di frutta e bacche appetitose.

Zambia: un safari tra i pipistrelli

Un’invasione pacifica che lascia senza fiato. Per godersi lo spettacolo di questo evento straordinario non resta che volare a Lusaka e da lì raggiungere, in auto o in aereo, l’oasi verde del Kasanka, dove vengono organizzati originali “bat safari” a piedi. In compagnia di guide specializzate si sale sopra torrette di osservazione tra gli alberi per assistere da vicino al grande raduno dei pipistrelli. E durante la giornata, quando i mammiferi volanti si riposano, si può visitare il parco in cerca di leoni, elefanti, giraffe e antilopi. È consigliabile prenotare il soggiorno (due-tre giorni in bungalow) con almeno due mesi di anticipo.

Info: kasankanationalpark.com

(Marco Trovato)

Zambia: un safari tra i pipistrelli

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: