Zambia, l’orfanotrofio degli scimpanzé

di Valentina Milani
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Il Chimfunshi Wildlife Orphanage è una bellissima riserva che, in Zambia, ospita circa 120 scimpanzé. Sorge nei pressi di una fattoria nel cuore della boscaglia a circa 70 km dalla città di Chingola (Provincia di Copperbelt). Fu fondata da Sheila e David Siddle, una coppia di allevatori inglesi giunti in Africa dopo la Seconda Guerra Mondiale. Nei primi anni Ottanta alla donna fu portato un orfano di scimpanzé rimasto solo dopo che i bracconieri avevano ucciso i genitori. Sheila lo prese a cuore e riuscì a salvarlo. In men che non si dica la voce circolò e molti scimpanzé con alle spalle difficili storie iniziarono ad essere portati nella fattoria dei Siddle che pian piano si trasformò in una riserva e in un ottimo centro riabilitativo.

Oggi lo Chimfunshi, che è uno dei più grandi santuari al mondo per scimpanzé, è gestito da un consiglio di amministrazione per garantire la sostenibilità a lungo termine del luogo.

L’orfanotrofio ospita altri animali salvati come babbuini, scimmie, antilopi, pappagalli, gufi, pavoni e poiane.
Questa riserva è stata dichiarata “Important Bird Area” (IBA # 22), ossia un’area riconosciuta come un habitat importante a livello mondiale anche per la conservazione delle popolazioni di uccelli.

(Valentina Giulia Milani)

 

 

 

Condividi

Altre letture correlate:

X