Uganda | Ritirati un milione di preservativi

di Enrico Casale
preservativi in uganda

Marie Stopes, nota associazione di beneficenza, afferma di aver ritirato più di un milione di preservativi distribuiti in Uganda. Alcuni test sui condom avevano rivelato che i marchi fabbricati in India contenevano buchi o rischiavano di lacerarsi, ha detto la National Drug Authority (Nda), autorità ugandese.

Marie Stopes offre servizi di contraccezione e pianificazione familiare in oltre 35 Paesi. Lo fa anche in Uganda per prevenire la diffusione dell’Hiv-Aids che ha già infettato il 6% degli adulti. Altre ricerche indicano che solo l’11% degli ugandesi ha pianificato una gravidanza. Marie Stopes fornisce ogni mese tra 1,5 e 2 milioni di preservativi in ​​Uganda. «Possiamo confermare che è la prima volta che uno dei nostri programmi nazionali è costretto a ritirare i condom», ha dichiarato l’organizzazione in un comunicato alla Bbc.

Marie Stopes ha dichiarato di collaborare con la Nda per «indagare urgentemente su ciò che è accaduto con questi lotti e garantire che i nostri prodotti continuino a soddisfare gli elevati standard di qualità». «I due lotti che stiamo ritirando contenevano 335.000 confezioni di preservativi – poco più di 1 milione di singoli pezzi. Ne abbiamo recuperati più della metà», hanno dichiarato.

Altre letture correlate:

X