Togo | Si avvicina la sfilata delle maschere Gelede

di Valentina Milani
Tempo di lettura stimato: 2 minuti

La popolazione Yoruba ogni anno, tra marzo e maggio, festeggia in Togo, ma anche in Benin e in Nigeria, la fine della stagione secca e l’arrivo delle piogge. La celebrazione consiste in una festa che prevede la sfilata delle maschere Gelede, patrimonio ancestrale della cultura di questo popolo.

Questi ‘volti’ colorati sono custoditi in luoghi sacri e vengono pregati anche per mantenere il benessere della comunità, oltre che per sconfiggere problemi come epidemie o carestie. La cerimonia è dedicata “alla madre” intesa come “elemento vitale primordiale da cui tutto ha origine”. Le feste sono accompagnate da musiche, canti e danze.

Le maschere, in legno, hanno diverse forme e colori, ispirate al volto umano senza i fori per gli occhi e possono avere ornamenti di vario genere anche molto vistosi. Nel 2005 il rito delle Gelede è stato inserito tra i Patrimoni Immateriali dell’Umanità dall’UNESCO, al fine di tutelarne gli aspetti tradizionali.

Se si soggiorna per qualche giorno nella capitale Lomé da non perdere a Lomé è il famoso Mercato dei Feticci, situato nel quartiere di Akodessewa. Anche il Grand Marché merita una visita: si tratta di un tipico, enorme, caotico mercato africano dove si può trovare qualsiasi tipo di mercanzia: dai vestiti al cibo, dai gioielli agli arredi per la casa. Se andate in questo mercato non dimenticatevi di andare a cercare le famose ‘Nana Benz’ (Cfr voce Nana Benz). Interessante può essere anche una visita al quartiere amministrativo, dove rivive l’atmosfera coloniale grazie ai tipici edifici di un tempo.

Tra i musei visitabili a Lomé: il National Museum e il Museo Internazionale del Golfo di Guinea. Da vedere sono anche Cattedrale, la Grande Moschea e il Monument de l’Indipendence. Adatto per prendere qualche souvenir è il Villaggio Artigianale.

Fondata dal popolo Ewe nel XVIII secolo, Lomé si affaccia sul Golfo di Guinea ed è vicinissima al confine con il Ghana. Fu colonizzata sia dai tedeschi che dai francesi e dagli inglesi. Mel 1897 divenne la capitale dell’allora colonia tedesca chiamata Togoland. Storico punto di ritrovo e di incrocio di popoli e culture, è il principale centro industriale ed amministrativo del Togo, oltre che il suo porto più grande.

(Valentina Giulia Milani)

Condividi

Altre letture correlate:

X