Sudafrica, somali sotto tiro

di Enrico Casale
somali in sudafrica
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

C’è apprensione in Somalia per i continui attacchi organizzati in questi giorni contro negozianti somali in Sudafrica. Almeno sei esercizi commerciali di proprietà somala sono stati colpiti e quattro somali sono rimasti feriti ad Atteridgeville, a Ovest di Pretoria.

Abdul Fatah Abdi, leader della Somalia Association of Sa, ha detto che attacchi sono stati effettuati ogni giorno la scorsa settimana. «Entrano dopo mezzanotte e chiedono soldi e iniziano a sparare e percuotere la gente. Sei negozi sono stati attaccati e quattro persone sono rimaste ferite», ha detto.

Daniel Byamungu Dunia, direttore esecutivo della Ong African Solidarity Network, ha aggiunto che gli attacchi ai cittadini stranieri e ai loro negozi stanno avvenendo in tutto il Sudafrica. «I sudafricani continuano a prendere di mira i cittadini stranieri con l’obiettivo di cacciarli. Non vogliono che commercino e vogliono che tutte le attività commerciali siano gestite dai cittadini sudafricani», ha dichiarato.

Dunia ha sostenuto che gli attacchi sono il ​​risultato dell’incapacità del governo di proteggere i cittadini non sudafricani e ha aggiunto che si tratta di azioni xenofobe poiché prendono di mira solo cittadini stranieri. «Se gli attacchi – ha affermato – non si fermano, se non saranno assunte misure forti per affrontarli, il prossimo passo sarà che i cittadini stranieri si alzino e si difendano. Il timore è che ci possa essere un bagno di sangue nella provincia».

Condividi

Altre letture correlate: