Pastilla au poisson dal Marocco

di Matteo Merletto

Una pietanza elaborata della tradizione marocchina, le cui origini risalgono alla Spagna islamica. Generalmente servita come antipasto, può essere realizzata con carne di piccione, di pollo, o con pesce e frutti di mare, per una variante saporita che combina sfiziosamente dolce e salato.

Piatto: antipasto
Tempo: 2 ore
Difficoltà: media
Porzioni: 6 persone

Ingredienti
500 gr di calamari • 500 gr di gamberetti • 500 gr di filetto di pesce (merluzzo, nasello, rana pescatrice, ecc.) • 100 gr di spaghetti di riso • 8 fogli di pasta brik • 50 gr di burro • 1 tuorlo d’uovo • 2 cucchiai di concentrato di pomodoro • olive verdi tagliate a rondelle • 250 gr di champignon • 1 mazzetto di prezzemolo • 3 spicchi d’aglio • 1 cucchiaino da tè di cumino • 1 cucchiaino da tè di paprika • 1 pizzico di pepe nero • succo di mezzo limone • olio di oliva q.b • sale q.b

Procedimento
– Tritate il prezzemolo e pestatelo in un mortaio insieme a 3 spicchi d’aglio, sale, pepe, cumino, paprika e succo di limone. Mescolate e aggiungete 3 cucchiai di olio.
– Togliete il rivestimento ai gamberetti, lavate i calamari, tagliate a cubetti il pesce, e mettete il tutto a marinare nel pestato di prezzemolo e spezie.
– Dopo circa un’ora di marinatura, trasferite il pesce e i frutti di mare in una padella e cuoceteli a fuoco vivo per circa 15 minuti.
– Spezzettate gli spaghetti di riso e cuoceteli in acqua bollente, insieme agli champignon tagliati a tocchetti. Una volta pronti, fateli saltare in padella per qualche minuto con le spezie della marinatura e il sugo di cottura del pesce.
– Lasciate raffreddare i vari ingredienti e successivamente assemblateli, unendo anche le olive verdi tagliate a rondelle.
– In una teglia da forno adagiate l’uno sull’altro 4 fogli di pasta brik leggermente imburrati, unite il ripieno e copritelo con i 4 fogli di pasta brik restanti, spennellando l’ultimo con tuorlo d’uovo.
– Bucherellate la superficie della pastilla per permettere al vapore prodotto durante la cottura di fuoriuscire e infornate a 180° per circa 45 minuti.
– Servite la pastilla ancora calda, decorata con prezzemolo, limone, olive o gamberetti, a seconda del proprio gusto.

 (Irene Fornasiero)

Altre letture correlate:

X