Mascherine wax e solidali

di Diego Fiore
Su la maschera 2
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Mascherina obbligatoria? Sì, ma con stile. Meglio se africano. La scuola di moda e sartoria Coloriage (nata due anni fa nel centro storico di Roma per offrire inserimento lavorativo a immigrati e inoccupati) ha lanciato il progetto #sulamaschera, avviando la produzione di mascherine riutilizzabili e pure solidali. Il primo lotto di 350 mascherine è stato donato ai meno abbienti, ma ora è possibile ordinarle dietro offerta libera: «Chi può partecipare con una donazione più cospicua ci permette di regalare una mascherina a chi è più in difficoltà», spiegano. Double face, da un lato in variopinti wax e dall’altro in cotone a tinta unita, hanno al loro interno uno strato impermeabile in polipropilene e sono lavabili a 60°. Disponibili in tre modelli: donna, uomo, bambino.

Altre letture correlate:

X