Isole Comore – Approvato referendum costituzionale con il 93% dei voti

di Marco Simoncelli
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

I cittadini delle isole Comore hanno approvato a larga maggioranza il controverso referendum costituzionale che punta ad estendere i termini del mandato del Capo dello Stato e ne rinforza i poteri ponendo fine al sistema di potere “a rotazione”.

Secondo i risultati annunciati dalla Commisione elettorale indipendente, il 93% degli elettori ha votato a favore della riforma voluta dal presidente Azali Assoumani, mentre l’affluenza alle urne sarebbe stata del 64%.  Con l’approvazione della riforma Assoumani potrà candidarsi per altri due mandati consecutivi di cinque anni dopo che il suo attuale mandato terminerà nel 2021. La riforma costituzionale è fortemente osteggiata dall’opposizione che ha esortato a boicottare il voto definendo il referendum “illegale” e un “colpo di forza del presidente”.

Come ricorda Agenzia Nova, l’attuale Costituzione in vigore nelle Comore prevede che l’incarico di presidente venga ricoperto a rotazione da candidati appartenenti alle tre isole principali dell’arcipelago, al fine di promuovere la stabilità e la condivisione del potere in un paese che ha conosciuto più di 20 colpi di stato da quando ha dichiarato l’indipendenza dalla Francia, nel 1975. Lo stesso Assoumani, ex ufficiale militare è salito al potere con un colpo di stato nel 1999 per poi essere eletto per due volte, nel e nel 2016.

Altre letture correlate:

Lascia un commento

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X