Egitto – Urne aperte in un clima di intimidazione

di Enrico Casale
Il Presidente Abdel Fattah al Sisi
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Urne aperte in Egitto. Da oggi 26 marzo a mercoledì 28 marzo, si vota per il primo e quasi sicuramente decisivo turno delle elezioni presidenziali. Tutte le fonti danno per sicura la vittoria dell’attuale capo di Stato, Abdel Fattah Al Sisi. I seggi hanno aperto alle 9 ora locale e italiana e i risultati ufficiali sono previsti per lunedì 2 aprile. Dopo il ritiro di candidati più noti e l’arresto o la condanna di due militari che volevano presentarsi alle elezioni, al Sisi ha un unico sfidante semi-sconosciuto: Moussa Mostafa, un suo dichiarato ammiratore che ha fatto solo due comizi. Come già nelle elezioni vinte da al Sisi nel 2014, anche allora contro un unico sfidante che raccolse solo il 3% dei voti, pure quest’anno l’unico elemento di interesse sarà l’entità dell’affluenza (quattro anni fa fu del 47%). Il capo dell’agenzia Onu per i diritti umani, Zeid Ra’ad al-Hussein, ha sostenuto che le elezioni egiziane si svolgono in «un diffuso clima di intimidazione», circostanza negata dal governo

Altre letture correlate:

Lascia un commento

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X