Egitto | Prorogato lo stato di emergenza

di Enrico Casale
esercito egiziano contro il terrorismo

Il Parlamento egiziano ha votato ieri, 14 gennaio, una nuova proroga di tre mesi dello stato di emergenza. Oltre due terzi dei parlamentari hanno votato a favore dell’estensione. Il premier Mostafa Madbouly ha detto ai deputati che l’estensione dello stato di emergenza è necessaria per contrastare «le forze oscure che vogliono colpire la stabilità del Paese e cercare di sfruttare il caos e le turbolenze nei vicini Paesi arabi».

Lo stato di emergenza è stato imposto per la prima volta nell’aprile 2017 dopo due attentati alla Chiesa ortodossa che hanno ucciso 47 persone. Da allora è stato continuamente rinnovato, l’ultima volta il 4 novembre.

Il decreto che rinnova lo stato di emergenza impone alle forze armate e alla polizia di prendere «[le misure] necessarie per affrontare i pericoli e il finanziamento del terrorismo e salvaguardare la sicurezza in tutte le parti del Paese, proteggere la proprietà pubblica e privata e salvare la vita dei cittadini».

L’Egitto ha lanciato una campagna antiterrorismo su larga scala che ha coinvolto la polizia e le forze armate nel 2018 per annientare i militanti jihadisti che hanno le proprie basi soprattutto nella penisola del Sinai.

Altre letture correlate:

X