Centrafrica – Ex leader anti-Balaka arrestato in Francia

di Enrico Casale
patrice-edouard-ngaissona-caf_1pd19jvscjskz1racolkkeuepj

L’ex leader ribelle centrafricano Patrice-Edouard Ngaissona è stato arrestato mercoledì 12 dicembre 2018 dalle autorità francesi. L’ex leader del gruppo armato anti-Balaka è stato fermato in Francia sulla base di un mandato emesso dalla Corte penale internazionale a L’Aia mentre viaggiava a visitare la sua famiglia nell’Île-de-France. Nel mandato d’arresto, emesso il 7 dicembre, lo si accusa di crimini di guerra (omicidio, tortura, trattamento crudele, mutilazione, ecc.) e crimini contro l’umanità (omicidio, sterminio, deportazione, ecc.) presumibilmente commessi nel Repubblica centrafricana occidentale. I fatti risalgono al settembre 2013 e si sono protratti fino  almeno dicembre 2014 quando Patrice Edward Ngaïssona era uno dei leader più anziani del movimento anti-Balaka e rivestiva la carica di coordinatore generale nazionale. Nel periodo in esame, la Corte ha rilevato che almeno un attacco è stato effettuato dagli anti-Balaka contro la popolazione civile musulmana e tutti coloro che sembravano sostenere il gruppo armato ex-Seleka. Oggi Patrice Edward Ngaïssona si è rifatto una vita. È il presidente della Federcalcio centrafricana.

Altre letture correlate:

X