Agenda Angola, mostra collettiva a Roma

di AFRICA

di Silvana Leone

chagas_found not takenMostra di artisti angolani fino al 22 febbraio a Roma, presso il Museo Nazionale Preistorico Etnografico “Luigi Pigorini”. Con opere di Edson Chagas e autori della Collezione ENSA-Arte, a cura di Guido Schlinkert e in collaborazione con l’Ambasciata della Repubblica dell’Angola in Italia.

Attraverso le opere di venti artisti viene ripercorsa l’evoluzione storica del periodo post-indipendenza, dall’ultimo decennio del XX secolo fino ai giorni nostri.

Negli spazi del Palazzo delle Scienze dell’EUR le opere di Found not taken, Luanda, serie fotografica che Edson Chagas ha presentato nel padiglione dell’Angola Luanda, Encyclopedic City alla 55a Esposizione Internazionale d’Arte – La Biennale di Venezia, aggiudicandosi il Leone d’Oro per la migliore partecipazione nazionale, dialogano con le opere di Angola em Movimento, mostra tenutasi a Palazzo Cini in occasione della stessa Biennale. Protagonisti di Angola em Movimento sono le opere di Masongi Afonso “Afó”, Costa Andrade “Ndunduma”, Zan Andrade, Hildebrando De Melo, António Gonga, Jorge Gumbe, Paulo Jazz, Marco Kabenda, Sozinho Lopes, Sónia Lukene, João Mabuaka “Mayembe”, Guilherme Mampwya, António Ole, Vítor Teixeira “Viteix”, Fineza Teta “Fist”, António Toko, Francisco Van-Dúnem “Van”, Telmo Váz Pereira, Amândio Vemba e Landa Yeto, della collezione ENSA-Arte di ENSA – Seguros de Angola, SA.

Il lavoro di Chagas è incentrato sugli oggetti scartati trovati nelle strade di Luanda: palloni sgonfiati, bottiglie vuote, sedie rotte, tubi di ferro e quant’altro. L’artista li raccoglie, li mette in posa davanti a intonaci colorati e a vecchie porte scrostate, nelle strade di terra battuta della città, come fossero idoli degni di riguardo, idoli che ci invitano a ridefinire il nostro rapporto con le cose e con gli spazi intorno a noi, suggerendoci una nuova relazione tra oggetti e contesto.

Non dissimili dalla capacità di espressione degli objets trouvés di Chagas, ma con maggiore indolenza, quasi ostentata, nei confronti della dimensione estetica, le opere degli artisti della Collezione ENSA, SA, spesso anch’esse costruite con materiali di risulta, si distinguono per una poetica militante e diretta, quasi aspra, che affronta le problematicità dell’impressionante cambiamento sociale e urbano della nuova Angola.

Agenda Angola presenta le fotografie del giovane Edson Chagas insieme alle sculture, ai dipinti e alle installazioni di venti artisti angolani appartenenti a diverse generazioni: un panorama estetico che offrirà all’osservatore l’opportunità di un’incursione nell’arte angolana a partire dall’ultimo decennio del XX secolo fino agli inizi del XXI e di assimilare una visione completa della sua evoluzione storica nel periodo post-indipendenza.

Informazioni: www.pigorini.beniculturali.it

Altre letture correlate:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X