Dal Ruanda il primo smartphone africano

di Enrico Casale
mara x smartphone

Il Ruanda ha aperto il primo stabilimento per la produzione di smartphone in Africa. All’inaugurazione della fabbrica, che si trova nella capitale Kigali, ha partecipato il presidente Paul Kagame. Prodotti dalla società tecnologica Mara Group, gli smartphone Mara X e Mara Z utilizzeranno il sistema operativo Android di Google e costeranno rispettivamente 175.750 franchi ruandesi (circa 190 dollari) e 120.250 franchi (euro 130).

«Questo è il primo produttore africano di smartphone», ha dichiarato alla Bbc  Ashish Thakkar, Ceo di Mara Group, durante un tour dello stabilimento lunedì scorso. Attualmente, la maggior parte dei telefoni venduti in Africa proviene da società cinesi, che offrono modelli dual-Sim e sono più economici dei modelli Mara. Ma l’azienda ruandese vuole catturare la fascia alta del mercato, quella dei clienti disposti a pagare di più per la qualità.

In Egitto, Etiopia, Algeria e Sudafrica esistono altre imprese che producono smartphone. Si tratta però di fabbriche che assemblano componenti che vengono importati dall’Asia. «La nostra azienda – ha detto il Ceo – è la prima a produrre gran parte dei componenti e ad assemblarli. Ogni telefono ha circa mille pezzi», ha aggiunto.

A regime, lo stabilimanto di Kigali, che è costato circa 24 milioni di dollari,  produrrà 1200 telefoni al giorno. Il presidente Paul Kagame ha detto di sperare che il nuovo modello aumenti l’utilizzo dello smartphone in Ruanda. Attualmente solo il 15% della popolazione ne possiede e usa uno.

Altre letture correlate:

X