Camerun – Liberati 39 membri dell’opposizione

di Marco Simoncelli

Trentanove attivisti del Movimento per la rinascita del Camerun (Mrc) arrestati alla fine di gennaio a seguito di una manifestazione, sono stati rilasciati nella notte da venerdì a sabato.  Ad annunciarlo è stato lo stesso partito d’opposizione camerunese ieri, come riporta anche Jeune Afrique.

Il presidente dell’Mrc, Maurice Kamto, e gli altri dirigenti principali del partito arrestati assieme a lui non sono tra i 39 attivisti rilasciati dalla prigione centrale di Yaoundé, hanno però precisato ai media i rappresentanti dell’Mrc.

Dopo le ultime elezioni avvenute lo scorso ottobre e nelle quali l’86enne Presidente Paul Biya, al potere da 34 anni, è stato rieletto, Kamto non ha riconosciuto la vittoria definendo il voto un “colpo di stato elettorale”. Dopo le elezioni ci sono state manifestazioni di protesta, una delle quali è stata repressa violentemente lo scorso gennaio con almeno 6 feriti tra i manifestanti. Kamto è stato arrestato assieme ad altre 200 persone, tra cui molti esponenti del partito, pochi giorni dopo.

Le autorità accusano Kamto e i suoi di aver fomentato delle rivolte. Lo scorso febbraio il tribunale militare di Yaoundé ha formalmente incriminato il leader dell’opposizione per “ribellione, insurrezione e atti ostili contro la patria”. I capi d’incriminazione per lui, come per i suoi colleghi, sono pesanti e prevedo pene severe con anni di carcere.

I loro avvocati hanno interpellato il Gruppo di lavoro sulla detenzione arbitraria delle Nazioni Unite all’inizio di aprile, denunciando quella che considerano un’incarcerazione “arbitraria”. All’inizio di marzo erano state l’Unione Europea e poi le Nazioni Unite e gli Stati Uniti, ad interrogarsi sulle accuse rivolte contro Kamto. Rimasta a lungo in disparte, anche la Francia si è recentemente detta “molto preoccupata” dalla situazione.

All’inizio di giugno, circa 300 sostenitori dell’Mrc sono stati arrestati durante una manifestazione oraganizzata in diverse città del Camerun per chiedere la liberazione di Kamto e degli altri militanti. La maggior parte è stata poi rilasciata qualche giorno dopo.

l voto di ottobre è stato segnato da violenze soprattutto nelle due province di lingua inglese, che sono state colpite da oltre un anno di proteste e attacchi da parte di ribelli separatisti che hanno provocato centinaia di vittime e migliaia di sfollati.

Condividi

Altre letture correlate: