Africa australe | Allarme: fame in vista senza precedenti

di Pier Maria Mazzola
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Un numero record di 45 milioni di persone sono minacciate dalla fame nell’Africa australe. Le cause sono la siccità, le inondazioni e le difficoltà economiche dei Paesi in cui vivono. L’allarme, riportato dall’agenzia di stampa francese Afp, è stato lanciato dalle Nazioni Unite. «Questa crisi è di proporzioni mai viste e noi osservatori sul terreno pensiamo che possa aggravarsi ulteriormente», ha sottolineato in un comunicato la responsabile regionale del Programma alimentare mondiale (Wfp/Pam), Lola Castro.

Da cinque anni la parte meridionale del continente africano soffre di un importante deficit di piogge, aggravate dalla ripetizione di episodi anomali dal punto di vista climatico, comunemente attribuiti al Niño, che pesano sui raccolti agricoli di questi Paesi, la maggior parte dei quali molto poveri. Il riscaldamento globale, inoltre, ha provocato tempeste e cicloni molto violenti. L’anno scorso, Il Mozambico e il Malawi sono stati colpiti da un ciclone tropicale che ha provocato più di mille morti e danni considerevoli, oltre a migliaia di sfollati.

Il Pam ha fatto sapere che durante questo anno prevede di aiutare 8,3 milioni di persone in situazione di insicurezza alimentare in Zimbabwe, Zambia, Mozambico, Madagascar, Namibia, Lesotho e Malawi.

Ai primi di gennaio il Pam aveva già lanciato un allarme relativo alla carestia nello Zimbabwe.

Foto: WFP/Giulio d’Adamo

 

Altre letture correlate:

X