Semenya, a rischio la sua presenza ai Mondiali

di Enrico Casale
caster semenya

Caster Semenya, la campionessa sudafricana esclusa dalle gare per l’eccessivo livello di testosterone, ha annunciato che se perderà l’appello contro le regole della Iaaf «lei non parteciperà ai Campionati del Mondo di quest’anno».

Semenya ha affermato con enfasi che non parteciperà al Qatar 2019, a meno che non vinca l’appello. L’atleta, alla quale è stato chiesto di ridurre il testosterone nel corpo, ha respinto le accuse di assunzione di droghe, ribadendo che il doping è una pratica che disprezza. «Non tollero le droghe! È ridicolo e non mi doperò mai. Voglio solo gareggiare naturalmente così come sono, quindi è quello che continuerò a fare», ha detto Semenya.

La 28enne, campionessa olimpica e campionessa del mondo in carica degli 800 piani, ha conquistato un’altra vittoria nella gara al Prefontaine Classic di Stanford domenica. Semenya ha vinto in 1 minuto, 55.70 secondi, quasi tre secondi davanti ad Ajee Wilson, giunta seconda. Semenya sta sfidando le nuove regole delle federazioni internazionali di atletica leggera sui livelli di testosterone.

Altre letture correlate:

X