Covid-19 | Africani come cavie? L’ira di Drogba ed Eto’o

di Diego Fiore
https://www.youtube.com/watch?v=3X6XJJ3yCNU
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Due leggende del calcio africano hanno condannato le affermazioni di due medici francesi, Jean-Paul Mira e il suo collega Camille Locht, che recentemente hanno suggerito, in una discussione televisiva sugli studi medici per combattere il COVID-19, di sperimentare sugli africani i vaccini utilizzati contro la tubercolosi. Il video incriminato è andato in onda il 1 aprile sulla rete televisiva francese Lci.
Didier Drogba ha detto che tale indicazione punta a prendere i «popoli africani come cavie umane», aggiungendo in un altro tweet che «l’Africa non è un laboratorio di prova». Anche l’ex stella del calcio camerunese Samuel Eto’o si è scagliata contro i medici, definendoli “assassini”. I commenti dei medici sono stati criticati anche da gruppi antirazzisti e da molti altri che hanno stigmatizzato online la proposta.
Il medico Mira, dell’ospedale di Cochin, in particolare, ha proposto di condurre una sperimentazione medica per il COVID-19 in Africa come era stato fatto per l’Aids.

Altre letture correlate:

X