Guerra al jihadismo, si mobilita la Costa d’Avorio

di Diego Fiore
Ouattara
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

L’esercito della Costa d’Avorio, per la prima volta, ha effettuato un’operazione congiunta con le truppe del Burkina Faso contro miliziani jihadisti in un’area prossima al confine tra i due Paesi. L’esercito ivoriano ha affermato che otto sospetti militanti sono stati uccisi e oltre trenta sono stati catturati.

Nel frattempo fonti di sicurezza in Burkina Faso affermano che le truppe regolari hanno ucciso tredici jihadisti in una battaglia nella provincia di Soum, nel nord del Paese. Un’operazione congiunta che rende evidente come la minaccia terroristica si stia espandendo in tutta la regione del Sahel e come, nonostante uno sforzo militare internazionale, la sicurezza si sta deteriorando in tutta l’area. Il Burkina Faso, il Mali e il Niger hanno subito frequenti attacchi terroristici, ma la preoccupazione sta crescendo anche in molti altri Paesi confinanti.

Altre letture correlate:

X