Milano – Che colore ha il futuro?

di Valentina Milani
che colore ha il futuro

In occasione del giorno dell’Indipendenza del Sud Sudan, domani, martedì 9 luglio, si terrà Che colore ha il futuro?, un evento durante il quale i giovani creativi dello IED di Milano (Istituto Europeo di Design) presenteranno le graphic novel realizzate per fare luce sui temi della salute, della sicurezza alimentare, dell’acqua e dell’igiene, del Paese più giovane del Mondo.

L’iniziativa, che si terrà a partire dalle ore 11.30 nell’Aula S1 della sede IED di via Scesa 4, vedrà la proclamazione dei tre vincitori. Le graphic novel sono il frutto della collaborazione tra Amref Health Africa e IED Milano nata all’interno del progetto Sani di Amref in Sud Sudan, co-finanziato dall’Agenzia Italiana per la cooperazione allo sviluppo – A.I.C.S.

che colore ha il futuro 2

Gli studenti del Corso Triennale in Illustrazione e Animazione Ied Milano, coordinato da Daniela Brambilla, hanno incominciato a lavorare alle graphic novel nel novembre del 2018 continuando così il precedente progetto realizzato da Amref in collaborazione con il Corriere della Sera, “Home/ Hope”: la prima graphic novel in realtà virtuale ambientata in Sud Sudan pubblicata, in versione cartacea, su La Lettura del Corriere della Sera del 31 luglio 2016, e digitale, come web reportage su homehope.corriere.it

In Sud Sudan, giovane nazione che ha ottenuto l’indipendenza nel 2011, la guerra ha letteralmente stremato la popolazione: solo una persona su due può nutrirsi e bere correttamente, 2 donne in gravidanza su 3 soffrono la fame, un bambino su due è severamente malnutrito e ha bisogno di servizi salva-vita. Solo 1 persona su 10 ha accesso a servizi sanitari di base e solo una struttura medica su 5 è rimasta intatta dal conflitto.

Amref Health Africa interviene in Sud Sudan dal 1972 e in questo Paese conduce dal 1998 il più importante Istituto di Formazione per assistenti medici e ostetriche del Paese. Amref Health Africa promuove progetti di salute nelle aree più isolate dell’Africa.  Oggi Amref opera in 35 Paesi a sud del Sahara con oltre 160 progetti di promozione della salute.

Tre sono le direttrici principali delle attività relative al progetto SANI – Co-finanziato dall’Agenzia Italiana per la cooperazione allo sviluppo – AICS: la sicurezza alimentare, la lotta alla malnutrizione, la promozione dell’igiene domestico. Più specificatamente, rispetto ai suddetti ambiti, Amref si occupa di costruire nuovi pozzi e riabilitare quelli fuori uso, realizzare latrine pubbliche, attivare la formazione per agricoltori domestici, formare personale sanitario a livello comunitario, sia sugli aspetti legati all’igiene e all’utilizzo delle risorse idriche e sull’utilizzo di un innovativo strumento per lo screening pediatrico e delle donne in gravidanza.

IED – Istituto Europeo di Design nasce nel 1966 dall’intuizione di Francesco Morelli. IED è oggi un’eccellenza internazionale di matrice completamente italiana, che opera nel campo della formazione e della ricerca nelle discipline del Design, della Moda, delle Arti Visive, della Comunicazione e del Restauro. Si posiziona come scuola internazionale di Alta Formazione orientata alle professioni della creatività, con particolare attenzione al design nelle sue diverse e più aggiornate declinazioni. L’offerta formativa IED è basata su crediti formativi (CF) strutturati in conformità ai parametri adottati dalle più avanzate istituzioni europee del settore. Il percorso di formazione ideale mira a condurre lo studente verso una preparazione a tutto tondo nella disciplina del Design prescelta, abbinando un programma Undergraduate a uno Postgraduate. IED conta su uno staff di più di 400 professionisti che collaborano con gli oltre 1.900 docenti, attivi nei rispettivi settori di riferimento, per assicurare il perfetto funzionamento delle 11 sedi: Milano, Torino, Roma, Firenze, Venezia, Cagliari, Como, Madrid, Barcellona, San Paolo, Rio de Janeiro.

www.amref.it

 

Altre letture correlate:

X