Guinea Bissau, rimpasto di governo

di Diego Fiore
01
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Il presidente della Guinea-Bissau Umaro Sissoco Embalo ha licenziato cinque ministri del governo, compresi i ministri della Difesa e dell’Interno, attraverso un decreto emesso domenica. Il presidente non ha specificato il motivo del licenziamento dei ministri, tutti membri del partito MADEM-15 di Embalo o di altre formazioni comunque vicine al presidente. «È una strategia per ottenere la maggioranza in parlamento», scrive il sito web pro PAIGC Ditadura de Consenso in un’analisi pubblicata a seguito dell’emissione del decreto.

La mossa accresce l’incertezza politica nella piccola nazione dell’Africa occidentale, dove la vittoria elettorale dichiarata da Embalo dopo il voto di dicembre è stata contestata dal secondo classificato Domingos Simoes Pereira e dal suo potente partito PAIGC. La nebulosa situazione post-elettorale ha deluso chi sperava che il voto avrebbe posto fine ad anni di caos istituzionale. Ben sette primi ministri si sono alternati in cinque anni nel Paese.

Altre letture correlate:

X