Uganda, la perla d’Africa

di Marco Trovato

Alla scoperta di una nazione dalle straordinarie bellezze paesaggistiche e faunistiche. Abitata dalla popolazione più giovane del mondo. Questo è il momento giusto per visitarla, approfittando dei voli scontati…

Testo e foto di Marco Trovato

Le luci intermittenti che fluttuano nell’oscurità sono lampade a petrolio usate dai pescatori per attrarre in superficie le sardine del Lago Vittoria. Come lucciole estive volteggiano sulle onde invisibili che accarezzano la riva, regalando un tocco di magia e di incanto. La stagione delle piogge non è ancora terminata. Lampi in lontananza squarciano il buio preannunciando l’ennesimo temporale che accompagna la notte equatoriale.

GENTE IN MOVIMENTO

L’indomani, Kampala si sveglia presto. Alle prime luci dell’alba, miriadi di moto-taxi che qui chiamano boda-boda ronzano come moscerini nelle strade affollate. Fiumane di pendolari arrivano dalle periferie con l’aria assonnata. Pulmini stipati all’inverosimile scaricano gente e mercanzie agli incroci dove stazionano i predicatori che brandiscono la Bibbia. I mercati si colorano di tessuti e di ortaggi. Negozi e botteghe tornano ad animarsi. Gli studenti affrettano il passo per non fare ritardo alle lezioni. Donne in tailleur e uomini d’affari pianificano i loro appuntamenti con gli smartphone. E i chioschetti dello street food cominciano a fare sfrigolare banane fritte e spiedini di carne alla griglia.

SCENARI DA FAVOLA

L’Uganda è il Paese più giovane del mondo, l’età media dei suoi 45 milioni di abitanti è di 16 anni (contro i 45,5 di quella italiana). L’energia qui non è qualcosa di immateriale o invisibile. È una marea umana incontenibile, una moltitudine inarrestabile di persone in movimento. La vitalità della popolazione ben si sposa con il vigore dell’ambiente… Che è verde, verdissimo, come un giardino botanico esuberante. Pascoli gremiti di vacche dalle lunghe corna si alternano a boschi di eucalipti, a coltivazioni di caffè e di cacao, a distese infinite di piante di banane matoke, alle piantagioni di tè che tappezzano le morbide colline in un paesaggio che sembra uscito da un libro di favole. Non a caso Winston Churchill definì questa piccola nazione – allora protettorato britannico – “la Perla d’Africa”. Ancora oggi l’Uganda trasuda un fascino particolare che seduce anche i visitatori più esigenti. Merito soprattutto della sua popolazione, dinamica e sorridente, un crogiolo di quaranta etnie che fanno dell’ospitalità una questione di orgoglio.

AFRICA IN MINIATURA

E merito, ovviamente, dei panorami superbi che si alternano senza soluzione di continuità. Un paradiso naturale in miniatura. Dove in una manciata di giorni è possibile vedere gli ultimi gorilla di montagna (Bwindi Impenetrable National Park o Mgahinga Gorilla National Park), avere un incontro ravvicinato con gli scimpanzé (Kibale Forest National Park), ammirare le sorgenti del Nilo (Jinja) o le sue acque tumultuose (Murchison Falls National Park e Bujagali Falls), arrampicarsi sulle leggendarie Montagne della Luna (Rwenzori Mountains National Park) o fare trekking lungo i sentieri d’alta quota tra cascate e scenari mozzafiato (Monte Elgon). E ancora, rifugiarsi in un arcipelago di minuscole isole sospese nel Lago Vittoria (Ssese Islands), esplorare i paradisi del birdwatching (Parchi Nazionali del Semuliki e del Lake Mburo), spingersi ad esplorare praterie disabitate e fitte foreste pluviali in cerca di spazi incontaminati e di animali selvaggi (Queen Elizabeth National Park, il cui territorio si sviluppa attorno al canale di Kazinga che unisce i laghi George e Edward).

UNA PERLA RARA

Una menzione speciale la merita il più sperduto dei parchi naturali: il Kidepo National Park, situato alle estreme propaggini nord-orientali dell’Uganda, al confine con Kenya e Sud Sudan, popolato da elefanti, bufali, leoni, leopardi, ghepardi, giraffe, antilopi, babbuini e molti altri. Una perla rara, sconosciuta al turismo di massa, dove si può soggiornare in un lussuosissimo lodge o in un semplice campo tendato per immergersi completamente nella natura più incontaminata e godersi atmosfere di safari d’altri tempi.

 

L’OCCASIONE DA PRENDERE… AL VOLO

Non resta che organizzare il viaggio approfittando del 20% di sconto sulle tariffe della Brussels Airlines  che vola sei giorni la settimana dall’Italia all’aeroporto di Entebbe. Per usufruirne clicca qui.

E per chi desidera partire la prossima estate, segnaliamo il viaggio tra natura e cultura organizzato dalla rivista Africa in Uganda. Il programma sarà online da gennaio. Per restare informati e ricevere maggiori informazioni scrivere a viaggi@africarivista.it

 

INFORMAZIONI PER IL VIAGGIO

documenti

Per entrare in Uganda è necessario un passaporto in corso di validità superiore a 6 mesi. Il visto viene rilasciato all’aeroporto di Entebbe: costa 50 dollari.

salute

È obbligatoria la vaccinazione contro la febbre gialla (validità 10 anni); consigliata la profilassi antimalarica.

lingua

La lingua ufficiale è l’inglese, diffuse il luganda e il kiswahili.

fuso orario

Due ore in più rispetto all’ora solare in Italia, 1 ora in più dell’ora legale.

valuta

Lo scellino ugandese; 1 euro = UGS 4000.

clima

La temperatura media è di 24 gradi. Il periodo più caldo è tra dicembre e febbraio. Piogge frequenti da metà aprile a metà giugno e ad ottobre/novembre.

gorilla e scimpanzè – i permessi

Per visitare i gorilla occorre prenotare con largo anticipo la visita. I permessi individuali costano 600 dollari (nel confinante Ruanda 1.500 dollari), da Luglio 2020 costeranno 700 dollari. I permessi per visitare gli scimpanzé costano 200 dollari a persona. Tutti i permessi vengono rilasciati dall’Uganda Wildlife Authority (UWA).

voli – l’occasione

Brussels Airlines riserva lettori della rivista Africa e del suo sito africarivista.it uno sconto del 20% sulle tariffe a/r dall’Italia verso tutte le destinazioni africane: a cominciare dall’Uganda, la Perla d’Africa, coi suoi fantastici parchi naturali e la sua popolazione fiera e ospitale. Il volo per l’aeroporto di Entebbe opera tutti i giorni tranne il martedì da Milano Linate, Roma Fiumicino e Venezia. Gli sconti sono validi anche per la nuova classe Premium Economy che permette di godere a prezzi contenuti di un trattamento speciale durante il viaggio, per un’esperienza di volo ancora più piacevole e rilassantePer usufruire dell’eccezionale promozione clicca qui.

Altre letture correlate:

X