1960 – L’anno dell’Africa: un bilancio delle indipendenze

di Michele
1960 – L’anno dell’Africa: un bilancio delle indipendenze

Il 1960 passa alla storia come “l’anno dell’Africa”: dopo tante lotte e sofferenze, decine di milioni di africani conquistano l’indipendenza e si liberano dell’occupazione coloniale. In quell’anno ben diciassette nazioni del continente africano entrano a far parte a pieno titolo della comunità internazionale.

Diciassette nuovi stati sovrani avviano una stagione di grandi ambizioni e progetti di sviluppo politico, economico e sociale.

Sono passati esattamente a sessant’anni da quella memorabile pagina della storia, impregnata di passioni e di sogni di riscatto.

Com’è cambiata l’Africa? Qual è il bilancio della decolonizzazione e delle indipendenze? Cosa ha funzionato e cosa è andato storto? Quali progressi sono stati fatti e quali problemi restano irrisolti?

Sono le domande che animeranno la videoconferenza “1960 – L’anno dell’Africa”, organizzata dal bimestrale Africa e dal mensile Africa e Affari, lunedì 25 Maggio, in concomitanza con la Giornata dell’Africa, dalle ore 17.30 alle 19.30.

La partecipazione è gratuita per gli abbonati iscritti ad Africa Social Club di Africa rivista e per gli abbonati ad Africa e Affari.

È per tutti possibile partecipare all’evento, fino all’esaurimento dei posti disponibili, acquistando il biglietto a 10 € attraverso il sito di Africa e Affari.

Programma

17.30 – Collegamento tecnico alla piattaforma Zoom
17.35 – Saluti e introduzione a cura di Marco Trovato, direttore editoriale di Africa rivista, e di Massimo Zaurrini, direttore responsabile di Africa e Affari

17.45 – Interventi:

  • Maria Dulce Araújo Évora, giornalista di Radio Vaticana
  • Uoldelul Chelati Dirar, docente di Storia e istituzioni dell’Africa presso l’Università di Macerata.
  • Cristiana Fiamingo, docente di Storia e istituzioni dell’Africa presso l’Università degli Studi di Milano.
  • Mario Giro, docente di relazioni internazionali, già viceministro degli Affari Esteri
  • Giuseppe Mistretta, direttore Africa sub-sahariana presso il Ministero degli Affari Esteri
  • Martin Nkafu Nkemkia, docente di Storia della filosofia africana presso la Pontificia Università Lateranense
  • Jean Leonard Touadi, presidente del Centro Relazioni con l’Africa della Società Geografica Italiana

19.00-19.30 – Dibattito aperto al pubblico

X