Sfoglia la rivista online
TwitterRssFacebook
Menu

Web

a cura di Giusy Baioni

  • Afrobytes, rivoluzione digitale   Afrobytes è il primo hub digitale che si propone di fare da ponte fra la tecnologia europea e quella africana, creando opportunità di partnership fra investitori occidentali e start up innovative. L’idea è di una donna di origine etiope, Haweya Mohamed, 40 anni (nella foto), che dice di sé: «Sembra che io sommi tutti gli ...
  • Acqua pulita per tutti Si chiama I-Drop Water ed è una piccola grande innovazione che in poco tempo sta rivoluzionando l’accesso all’acqua in Africa australe: si tratta di un sistema di filtraggio nano-purificante più piattaforma Gsm, per permettere a qualunque negoziante di diventare rivenditore di acqua potabile: i profitti sono poi divisi fra la casa produttrice e il punto ...
  • Un hashtag per la Somalia Una crisi alimentare gravissima, quella in corso nel Corno d’Africa e in tutta la fascia saheliana. Poca la consapevolezza e la mobilitazione internazionale. Qualcuno però si è dato da fare: a metà marzo il giovane imprenditore francese Jérôme Jarre – un’autorità sui social e in particolare su Snapchat ha lanciato su Twitter l’hashtag #TurkishAirlinesHelpSomalia, allo ...
  • Accademici a portata di click Creata nel 1988 dall’Agence Universitaire de la Francophonie (Auf), la Bibliothèque des savoirs en partage è una biblioteca scientifica multidisciplinare digitale, che dispone di libri in pdf, cd e riviste. Scopo dell’Auf è favorire la produzione scientifica francofona e digitalizzare e mettere a disposizione, con l’accordo degli editori, il maggior numero possibile di pubblicazioni scientifiche originali, ...
  • Afroitaliani primi della classe Cittadini non di serie B: è la bandiera attorno a cui ruota Afroitalian Souls, progetto multimediale che «nasce dall’idea di far emergere le eccellenze della diaspora africana in Italia su tutti i fronti e in particolare far comprendere e diffondere il concetto di Afroitaliano», attraverso video tematici e articoli. Li trovate su Facebook, Twitter, Instagram e ...
  • Vadoinafrica, bussola africana Conoscere, viaggiare, lavorare, investire. Sono le sezioni del sito ideato da Martino Ghielmi, appassionato osservatore di questioni africane. «Desidero contribuire a un nuovo modo di guardare all’Africa – spiega lui stesso – «fornendo consigli pratici per viaggiare o lavorare in un continente in rapidissimo cambiamento, e informazioni utili per provare a decifrarne la complessità uscendo dagli stereotipi». Info: vadoinafrica.com (Giusy Baioni)
  • Nappyme: parrucchiera a domicilio Nappyme è un’app creata da tre ragazze francesi di origine africana che connette le clienti (in Francia) con parrucchiere a domicilio specializzate in capelli afro. Un boom che ha già portato a registrarsi al servizio ventimila clienti e oltre 200 coiffeuses. Una curiosità: il nome si ispira al termine nappy, creato alcuni anni fa dalla fusione ...
  • Paps: consegne veloci a Dakar Un’app per le consegne a domicilio: si tratta della senegalese Paps, il primo esperimento in Africa occidentale. Spopola a tal punto che dopo soli quattro mesi il suo ideatore già pensa a esportare il modello in altri Paesi. Gli aneddoti sono già numerosi: dalla consegna di fiori con un biglietto romantico, al recupero di chiavi scordate ...
  • Bamba: raccolta dati digitalizzata Bamba è una start up che aiuta le organizzazioni a migliorare la loro efficacia tramite sms, app e web. In tre anni, Bamba Group ha rivoluzionato la modalità di raccolta dati. In un Paese come il Kenya, in cui le aziende faticano a tracciare le proprie performance, a monitorare il proprio staff e la soddisfazione dei ...
  • Contro i pirati informatici Partito dal Burkina molti anni fa e diventato ora cittadino canadese, Karim Ganamé ha creato un potente sistema per la cybersicurezza. E ora punta ai mercati africani, fra i più esposti alla pirateria informatica. Con un team di undici persone, Ganamé ha sviluppato un sistema molto potente che, a differenza degli altri antivirus, segue un altro ...
  • Videogioco made in Togo Un ragazzino alle prese con le sfide e i rischi della savana: è questa l’ambientazione di un nuovo videogioco, ideato da due ragazzi di Lomé (il grafico è Gérard Limpiyè Pana, e il programmatore Pio Jules Tchédoue). Creato con pochi mezzi e tanta fantasia, celebrato dalle riviste di settore, The boy in Savannah è disponibile gratuitamente ...
  • L’Africa addosso Voglia di vestiti o gioielli in vero stile afro? Oggi si possono acquistare restando comodamente seduti davanti a un pc, ad esempio su afrikrea.com Che non è solo un sito di e-commerce, ma un modo per valorizzare la creatività di piccole imprenditrici della moda, che uniscono lo stile e i materiali tipicamente africani alle ultime tendenze ...
  • OkHi: un indirizzo per tutti Sono 4 miliardi, secondo l’Onu, le persone nel mondo che non hanno un indirizzo di domicilio poiché vivono in contesti informali, soprattutto in Africa. Una app keniana prova a porvi rimedio, in modo molto semplice: bastano le coordinate Gps associate a una foto dell’ingresso dell’abitazione e il gioco è fatto! L’app si chiama OkHi, è in fase ...
  • Un blog contro i pregiudizi «Sono una italo-ruandese nata in Abruzzo e cresciuta a Bergamo, roccaforte leghista per eccellenza. Non è stato facile, ma sono sopravvissuta…». Lei si chiama Marilena Delli, italiana dalla pelle ambrata e dai capelli ricci: caratteristiche che da bambina l’hanno resa bersaglio di scherno e che ora lei ha trasformato nel suo punto di forza. Sono diventate ...
  • Gifted Mom, maternità sicura In Camerun muoiono 57 neonati ogni mille nati vivi: uno dei peggiori tassi di mortalità infantile dell’Africa. Ora la piattaforma Gifted Mom, sperimentata con successo già da ventimila mamme, promette di salvare migliaia di vite umane ogni anno. L’app ricorda alle donne in gravidanza le date delle visite e degli esami, ma anche le precauzioni da ...