Sfoglia la rivista online
Menu

Pubblicato il 4 Ago 2017 in Glamour

Fashion e solidarietà

Fashion e solidarietà

L’obiettivo può sembrare piccolo, se paragonato ad altri progetti focalizzati sul binomio moda-charity. Ma ha il pregio di essere chiaro, concreto e ben ampliabile in caso di successo. L’obiettivo è offrire una borsa di studio, in Italia, a due giovani donne senegalesi con capacità e desiderio di lavorare come sarte (mestiere che in Africa è esercitato prevalentemente dagli uomini). Dopo un mese di formazione intensiva, le prescelte si occuperanno di produrre direttamente a Dakar gli abiti, le giacche, le borse, le collane della collezione Mundi, una linea che propone capi e accessori realizzati in materiali tradizionali dell’Africa occidentale ma con un design moderno, accattivante anche per una clientela europea.

Mundi rientra nel progetto di solidarietà “Fashion from and for Senegal”, ideato da Cristina Garusi, chirurgo plastico all’Istituto europeo di oncologia di Milano, che ha sempre coltivato l’impegno sociale accanto all’attività professionale. L’idea di sostenere dei microprogetti di formazione e impresa in Senegal, attraverso la produzione e la vendita di una linea fashion, le è venuta in seguito all’incontro con un immigrato senegalese, Lay, che le ha parlato del suo Paese e del suo grande potenziale creativo. Per mezzo della onlus salentina Associazione “Salvatore Calabrese” e coinvolgendo una serie di amiche particolarmente competenti, è riuscita a concretizzare il progetto. Lo scorso anno la collezione è stata presentata a Milano. Durante l’ultima Settimana del Design si è tenuto un altro appuntamento promozionale.

Per chi volesse saperne di più, per acquistare i capi e/o sostenere il progetto: www.fashionfromandforsenegal.it

(Stefania Ragusa)

Fashion e solidarietà

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: