Ecco l’internazionale dei dittatori…

di Matteo Merletto
jammeh-obiang
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

L’ex dittatore del Gambia Yaya Jammeh ha trovato un protettore d’eccellenza da quanti lo vorrebbero vedere sotto processo nel suo paese dove è stato al potere per 22 anni e dove ha riempito le galere di oppositori o anche solo di sospetti. Il protettore è il dittatore di un altro piccolo stato come il Gambia, cioè la Guinea Equatoriale. Il dittatore è Obiang Nguema, anche lui salito al potere con un colpo di stato nel lontano 1979 rovesciando, tra l’altro, suo zio Francisco. Obiang Nguema ha già nominato suo successore il figlio, Teodorin.

Obiang Nguema, dunque, si è dichiarato protettore ufficiale di Yaya Jammeh che quando un anno fa fu cacciato dal suo paese da una rivolta popolare decise di andare a rifugiarsi proprio in Guinea Equatoriale, da un personaggio che sapeva bene, lo avrebbe accolto a braccia aperte. Ora Obiang Nguema ha detto che non concederà mai l’estradizione per Yaya Jammeh che tra l’altro è fuggito dal Gambia portandosi via auto, oro, denaro dalle casse dello stato.

Obiang Nguema ha tra l’altro parlato di Yaya Jammeh in termini molto elogiativi: “E’ uno di noi” – ha detto – “un presidente che ha governato un paese di questo continente, merita rispetto e comprensione”.  Parole che non meritano commenti. Ad aggravarle c’è il fatto che Obiang Nguema le ha pronunciate a margine del summit dell’Unione Africana ad Addis Abeba. Dagli altri capi di stato presenti nessun commento, nessuna critica, nessuna presa di posizione.

(Raffaele Masto – Buongiorno Africa)

Altre letture correlate:

Lascia un commento

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X