Sfoglia la rivista online
TwitterRssFacebook
Menu

Bazar

A cura di Sara Milanese

  • Stoffe africane, stile italiano La stilista Ermanna Bacciglieri dice che KenyaYangu (che in kiswahili vuol dire “il mio Kenya”) è il frutto del suo amore per questo Paese: è qui che ha finalmente trovato l’ispirazione per realizzare le sue collezioni di borse e gioielli “etnochic”. Dal suo primo viaggio, nel 2011, al lancio dello showroom a Bologna (via Castiglione 49c), ...
  • In Francia col Senegal nel cuore Mariama Sylla ha lasciato il Senegal per la Francia, dove ha aperto Diongoma, laboratorio di artigianato senegalese. Col suo lavoro sostiene il lavoro di molte donne della sua terra: «Il mio piccolo laboratorio è nato nel 2007 in Senegal. Realizzavo collane e orecchini in cuoio o in tessuto colorato», racconta. Oggi, dalla Francia «lavoro con tante ...
  • Minishop solidale a Milano Diappo è un’associazione che aiuta i bambini di strada del Senegal. È nata nel 2010, subito dopo il primo viaggio insieme in Senegal di Marzia e di suo marito El Hadji. La sede di Diappo è a Momo Milano, un bel caffè colorato e accogliente in Piazzale Minniti, quartiere Isola, Milano. Oltre che caffè, Momo Milano ...
  • Dalla Nigeria a Palermo Elisabeth Enoma è nata in Nigeria, ma la sua vita oggi è a Palermo, dove ha aperto un minimarket che fa da ponte tra la cultura africana e quella italiana. Alimentari, prodotti di bellezza, extension, parrucche, accessori moda: tra gli scaffali di questo piccolo negozio di via Roma 55 si trova quasi tutto! C’è anche una semplice ...
  • Il filo che unisce Roma al Malawi Manukafashion nasce nel 2011 come progetto di moda in Malawi, dove vivono Manuela, ideatrice del progetto, ed Emmanuel, sarto che vive a Lilongwe. Quando Manuela torna a Roma nel 2013, continua il progetto con Lisa e Valentina. L’anno dopo, Manukafashion diventa cooperativa di produzione e lavoro, che realizza linee di arredamento, moda e design ispirate ...
  • Souvenirs dall’Etiopia Il tour operator ViaggiTribali organizza viaggi sostenibili “in punta di piedi” in Etiopia, Namibia, Uganda, Mozambico. La passione in particolare per l’Etiopia è evidente nel progetto di e-commerce nato grazie a 15 anni di viaggi in questo Paese: il sito artetiopia.it offre oggetti d’arte e gioielli etnici di grande valore, selezionati presso mercati e negozi ...
  • Suoni africani dalla Valtellina Guinea, Burkina Faso, Costa d’Avorio: vengono da qui gli strumenti musicali che si trovano al “Furia Fu Djembe”, in via Quadrobbio a Cosio, provincia di Sondrio. Tutte le materie prime arrivano dall’Africa Occidentale: le strutture dei tamburi, in pregiati legni intarsiati artigianalmente, e anche le pelli, di capra, vitello e mucca. Karim e Giovanni Lazzari affiancano alla ...
  • Lo Squalo Bianco: alimentari da tutto il mondo Non solo Africa: in questo fornitissimo negozio di Marina di Carrara si possono trovare prodotti tipici giapponesi, cinesi, coreani, statunitensi, brasiliani… tra gli scaffali si compie un vero giro del mondo. Nato come centro di ittico congelato, oggi è un punto di riferimento «per la comunità senegalese e nigeriana della zona, ma anche per quella dominicana, ...
  • Vestirsi d’Africa Siete virtuosi/e dell’ago e filo e amate le colorate stoffe africane? Immergetevi nel catalogo online di Jansen Holland: impossibile resistere ai preziosi tessuti wax, alle loro geometrie ironiche e ai vortici di colori. La perfetta materia prima per rivestirsi di Africa, per tutte le tasche. Info: www.jansenholland.com/gb (Sara Milanese)
  • Sarte africane a Castel Volturno   Nel 2008 a Castel Volturno una strage di camorra causa la morte di 6 immigrati africani innocenti. Casa di Alice nasce nel 2011 in memoria di quella strage: «Vogliamo mostrare che l’Africa è una risorsa, così da superare la diffidenza e il razzismo nei confronti dei migranti – spiega Anna Cecere, ex sarta che ha ...
  • Nappytalia: un salone di bellezza afro on-line   “Avete deciso di ritornare alle origini e non sapete come gestire i vostri capelli afro al natural? Nappytalia nasce per voi! Qui troverete tutto sulla cura, gestione, consigli, suggerimenti, storia e gossip sui capelli Afro Nature”. Questa è l’invitante proposta che Evelyn, radici in Ghana e piedi a Milano, lancia alle “nappygirls” di tutta Italia, per ...
  • Karalò, il sarto di Roma Karalò è una parola mandinga che significa “sarto”, ed è la parola chiave di questo progetto, nato dall’incontro tra profughi giunti a Roma da diverse nazioni africane, ospiti di un centro gestito dalla cooperativa Eta Beta. Il progetto è partito da meno di due anni, l’idea è nata grazie al corso di cucito frequentato da uno ...
  • Risveglio egiziano a Bologna Tamer Abdelsamie Mahmoud è nato in Egitto, ma vive in Italia da diversi anni. Ha lavorato a lungo nella ristorazione e nel 2013 è finalmente riuscito a far partire la sua attività, il Naama Cafè. Si tratta di una caffetteria-pasticceria dove si possono provare i dolci tipici della cultura araba (torta di riso, basbousa con ricotta ...
  • Spezie e tisane dall’Uganda Pamela Anyoti Peronaci è l’imprenditrice ugandese che ha ideato il progetto Sunshine agroproducts e il marchio Asante Mama (“grazie mamma” in kiswahili). Il logo, la testa di una donna con turbante, rappresenta la cartina dell’Uganda. «È una donna fiera di poter contribuire allo sviluppo del suo Paese», spiega Pamela. All’inizio Asante Mama coinvolgeva 15 vedove; oggi sono ...
  • Bottoni dal Sudafrica Nel 1984 Jennifer Pascall ha iniziato a realizzare nella sua casa di Johannesburg, i primi bottoni a mano, con argilla e pietra dura. Oggi l’attività di Incomparable (incomparablebuttons.blogspot.it) può contare sul lavoro di una trentina di dipendenti, tutte donne di varie etnie sudafricane. I bottoni, piccole opere d’arte realizzate e dipinte interamente a mano, si possono ...