Sfoglia la rivista online
TwitterRssFacebook
Menu

Bazar

A cura di Sara Milanese

  • Da Napoli al Mali, coltivando la terra Dada Ibrahim Traoré è un ingegnere maliano, e nel 2013 è stato vittima di un feroce pestaggio nel napoletano. Ad aiutarlo si è fatta avanti l’associazione Voci di Scampia, che a Chiaiano ha dato vita alla fattoria didattica per bambini disabili Vodisca, recuperando terreni confiscati alla camorra. Dada è stato a lungo uno dei dirigenti della ...
  • Brindisi sudafricani Volete entrare nel fruttato mondo dei vini sudafricani? Il sito wine.co.za è il posto giusto per voi, che siate esperti sommelier o semplici curiosi. Il portale permette di scegliere il tipo di vino, da quale regione, in che formato di bottiglia; offre schede sui produttori e organizza viaggi turistici enogastronomici. Per ordini in Europa c’è la versione ...
  • Migrantour, il mondo in città Abbandonando le vie più commerciali delle nostre città potremmo ritrovarci in “mondi nuovi”: le zone abitate dai nuovi cittadini, che ci permettono di scoprire la ricchezza delle culture che arrivano dall’Africa, dall’Asia, dalle Americhe, e che vivono vicino a noi. Forti di questa consapevolezza, già 7 città italiane (Milano, Genova, Roma, Firenze, Napoli, Bologna, Torino) e ...
  • E-commerce e Fair Trade Africa by Cetacea Service ha sede a Rimini, ma si trova solo online: importa in esclusiva dall’Africa prodotti artigianali e olii naturali a uso cosmetico per la cura della pelle del viso e del corpo. Coinvolge però solo aziende equosolidali, che garantiscono la crescita economica dei Paesi dai quali provengono i prodotti. Cetacea Service sostiene anche alcuni ...
  • AOC 34, il magazzino africano di Milano Quando, nel 1965, apre il suo AOC 34 (African Oriental Craft, in via Fedele Confalonieri, 34), Yohannes Primo è un giovane commerciante originario di Asmara. Oggi il suo negozio è uno dei perni della comunità eritrea milanese: luogo di incontro, di scambio e di ricerca della propria identità. “Il magazzino”, come la chiama la famiglia di ...
  • Un tuareg a Roma Agadez in lingua tamashek significa luogo d’incontro; per questo Zakaria Yahaya, tuareg nigerino, e Maria Antonietta Sutto, stilista italiana, hanno dato questo nome alla loro boutique. «Appartengo alla casta dei fabbri, coloro che detengono l’estetica nei villaggi tuareg – racconta Zakaria –. Discendo da una famiglia di antichi guerrieri e grandi poeti. I miei genitori hanno ...
  • Bazar, la bottega araba di Modena Da Agadir, in Marocco, Abdellah Belfakir è arrivato a Modena nel 1988. Qui, in via Piave 56, ha aperto il suo “Bazar”, negozio che davvero ricorda le botteghe delle città arabe. Oltre a pasta, farina e frutta e verdure fresche (anche esotiche), c’è il reparto carni, macellate secondo la legge islamica; ci sono le spezie, dalla ...
  • Lovely Afro Hair! Avete voglia di aggiungere un tocco afro ai vostri capelli? Lasciatevi consigliare dalle parrucchiere della rete Lovely Hair: Joy, Frida, Nana, Siri, Anta, Dolores, Tracy e Yvonne. Vengono da Nigeria, Kenya, Senegal, Costa d’Avorio, Camerun, e sanno realizzare le più diverse acconciature: treccine, extension, tortiglioni. Ognuna lavora nella propria città, a domicilio o a casa. Per trovare ...
  • Dal Lago Vittoria alla Calabria Si scrive Afro Art ma si legge Steatite Creation: è proprio questa pietra, la steatite, a essere infatti protagonista della bottega che Mauro Viceconte ha aperto nel 1994 in via F. Turati 64 a Praia a Mare, nel cosentino. Da allora esiste un filo diretto tra Afro Art e gli artisti e artigiani che vivono vicino ...
  • Bologna afro e bio Africano e biologico: è il connubio che Lady Gladys porta avanti da oltre 15 anni con il suo AfroWorld, un african store nel cuore di Bologna, in via Matteotti 8. Oltre a essere rivenditore di artigianato equo e solidale, AfroWorld certifica VeganOK i propri prodotti cosmetici. Grazie alla collaborazione con Ecos, cooperativa certificata Bio, dal 2003 ...
  • Tesori malgasci a Biella Ci sono più di 8000 chilometri in linea d’aria tra l’Italia e il Madagascar. Mada Manga permette di annullare le distanze proponendo una vasta gamma di prodotti artigianali malgasci, ma anche di minerali e di fossili provenienti da questo paradiso della biodiversità. È stata proprio la passione per i minerali e per il Madagascar a spingere ...
  • Stoffe africane, stile italiano La stilista Ermanna Bacciglieri dice che KenyaYangu (che in kiswahili vuol dire “il mio Kenya”) è il frutto del suo amore per questo Paese: è qui che ha finalmente trovato l’ispirazione per realizzare le sue collezioni di borse e gioielli “etnochic”. Dal suo primo viaggio, nel 2011, al lancio dello showroom a Bologna (via Castiglione 49c), ...
  • In Francia col Senegal nel cuore Mariama Sylla ha lasciato il Senegal per la Francia, dove ha aperto Diongoma, laboratorio di artigianato senegalese. Col suo lavoro sostiene il lavoro di molte donne della sua terra: «Il mio piccolo laboratorio è nato nel 2007 in Senegal. Realizzavo collane e orecchini in cuoio o in tessuto colorato», racconta. Oggi, dalla Francia «lavoro con tante ...
  • Minishop solidale a Milano Diappo è un’associazione che aiuta i bambini di strada del Senegal. È nata nel 2010, subito dopo il primo viaggio insieme in Senegal di Marzia e di suo marito El Hadji. La sede di Diappo è a Momo Milano, un bel caffè colorato e accogliente in Piazzale Minniti, quartiere Isola, Milano. Oltre che caffè, Momo Milano ...
  • Dalla Nigeria a Palermo Elisabeth Enoma è nata in Nigeria, ma la sua vita oggi è a Palermo, dove ha aperto un minimarket che fa da ponte tra la cultura africana e quella italiana. Alimentari, prodotti di bellezza, extension, parrucche, accessori moda: tra gli scaffali di questo piccolo negozio di via Roma 55 si trova quasi tutto! C’è anche una semplice ...